I disegni delle tribù

La principale fonte di ispirazione dei tessitori delle tribù è costituita dai fiori, dalle foglie, dagli animali e dagli uccelli coi quali hanno in natura un contatto quotidiano, oppure dagli oggetti e dai totem delle loro famiglie.

Quasi tutti i disegni sono di tipo geometrico o stilizzato.

I disegni delle tribù generalmente sono realizzati senza canovaccio, cioè a memoria. I tessitori, infatti, lavorano sulla base dell’esperienza personale o ripetendo un disegno ben conosciuto, senza alcun bisogno del modello di carta; e non di rado apportano, secondo il loro gusto

personale, anche alcuni cambiamenti ai disegni dei loro padri e dei loro avi, e sviluppando questi motivi decorativi ne creano di nuovi, che poi realizzano per lungo tempo nei loro tappeti.

Ovviamente, come logica conseguenza della non utilizzazione del canovaccio, i loro manufatti spesso contengono degli errori e in genere non sono uniformi.