Il disegno del botté

Un altro dei più famosi e fortunati elementi decorativi dei disegni per tappeti, è senz’altro il motivo del botté molto diffuso, oltre che in Iran, anche in India, sembra che questo disegno derivi dalla «lacrima».

La figura del botté appare nei tappeti in forme e dimensioni diverse: a volte così grandi che ne bastano pochi per rivestire tutta la superficie del tappeto. Nella maggior parte dei casi però sono di piccole dimensioni e posti su file parallele all’interno del campo, oppure si rincorrono l’un l’altro lungo i bordi del tappeto.

Alcune volte il botté è eseguito nello stile stilizzato, ma è molto più frequente la sua realizzazione in uno stile quasi improvvisato.

Generalmente lo troviamo nei tappeti di Kermàn, Sa-nandaj, Hamedàn, Kàshàn, Saràband e Qom.

I più rinomati disegni con botté sono senza dubbio rappresentati dal «botté in coppia», detto anche «botté madre e figlio», dal «botté terme», dal «botté di Saràband», dal «botté stampato di Esfahàn» (botté Ghalam- kàr).